Posted on Aug 19, 2014 at 3PM permalink

Tu sai che significa poggiare gli occhi sulla persona più importante della tua vita, che è la tua vita stessa, e sentire una fitta ogni volta e poi tornare a cercarla e così via, e sapere che sarà per sempre, che quell’occasione una che ci era data, una sola, è andata così?

Così che io lo cerco per la casa, per le stanze, lungo le pareti colorate lo cerco con gli occhi per rassicurarmi che esiste l’amore, e che non è questione astratta bensì senso di carne e respiro, e lo incontro di spalle o seduto o sento il passo suo claudico che si approssima, e mentre l’orecchio e l’occhio e la mente sono in festa, mentre mi sento fondata e assoluta, parte di me precocemente separata che torna, nello stesso medesimo istante soffro.

Valeria Parrella - Tempo di imparare

Posted on Aug 17, 2014 at 6PM permalink

Perché costruire un castello di sabbia quando si può costruire una capanna di canne che contiene ben sette nani?

Posted on Aug 10, 2014 at 9PM

Oggi avevamo caldo e forse eravamo anche un po’ già stufi di stare al mare (e ho finito i libri da leggere, problema da non sottovalutare considerando la libreria chiusa di domenica) e quindi siamo andati al fresco.

Qui dentro ci sono dieci gradi, e direi che come temperatura non è male, soprattutto dopo i millemila scalini IN SALITA per entrare (in verità solo centosettanta, più quelli in discesa all’interno della grotta). Al ritorno, per uscire, si fa la stessa strada a rovescio, e si sta come quando stai al quinto km di corsa in pieno inverno, cioè coi polmoni che fanno male per l’aria ghiacciata ma sudato come un porco sudato.

Nella grotta ci sono stalattiti, stalagmiti, rocce di diverso colore a seconda dei minerali che ci sono nell’acqua che le ha formate, corsi d’acqua limpidissimi ma non potabili e ovviamente scale. Ci sono sale e formazioni davvero interessanti, tra cui un gorilla, un orso e uno spiazzo di 70 x 30 x 35, la grotta è viva, continua a crescere di ben un cm cubo ogni centinaio di anni “quindi la prossima volta che torniamo ci sono delle rocce in più mamma?”.

Le foto sono poche e fan cagare, ma ho usato più fiato per riprendere il nano che avrebbe volentieri distrutti milioni di anni di lavoro roccioso, di quanto ne ho usato per la scarpinata.

4 notes 3 weeks ago
Posted on Aug 5, 2014 at 11AM permalink

Sono qui da meno di due giorni e nell’ordine:
- mi sono ustionata a dovere
- ho fatto amicizia col gatto del giardino
- ho capito di essere una sega con le parole crociate (“se scrivi stretto ci sta! È giusta!”)

Posted on Aug 3, 2014 at 3PM permalink

Da casa mia si sente il mare. 
(per vederlo: primo sentiero a sinistra)

Da casa mia si sente il mare.
(per vederlo: primo sentiero a sinistra)

11 notes 1 month ago
Posted on Jul 31, 2014 at 2PM

el-hereje:

untitled-boy:

Game of Thrones deaths in 8-bits

laffffigata

24,671 notes • reblogged from iamendriu 1 month ago
Posted on Jul 28, 2014 at 12PM permalink

sexographies:

http://sexographies.tumblr.com/

2,457 notes • reblogged from sexographies 1 month ago
Posted on Jul 28, 2014 at 10AM

58,280 notes • reblogged from madonnaliberaprofessionista 1 month ago
Posted on Jul 26, 2014 at 10AM

2,892 notes • reblogged from adessolei 1 month ago
Posted on Jul 25, 2014 at 2PM permalink

iovoceiosilenzio:

 

114 notes • reblogged from dipocheparole 1 month ago

Search